Itinerario 6

NEL CUORE DELLA TERRA E DELLA MEMORIA

La gola del torrente Sammaro e Roscigno Vecchia

Area
Comuni di Sacco e Roscigno

Lunghezza

2 Km

Tempo di percorrenza

2 ore (riferito alla sola escursione nella gola)

Dislivello

400 metri

Quota massima

700 metri

Periodo consigliato

Primavera - Autunno

DifficoltÓ

Media

Equipaggiamento

Scarpe da trekking, borraccia, binoocolo, macchina fotografica, maglioncino.

Principali emergenze

Gola e risorgenza del torrente Sammaro, borgo abbandonato di Roscigno Vecchio, Museo Etnografico.

Come raggiungere il punto di partenza

Autostrada A3 SA-RC uscita per Teggiano, poi strada per la Sella del Corticato fino a Sacco.

         Scendere nella gola del Sammaro Ŕ come entrare nelle viscere della terra da dove, invece che fuoco, sgorga acqua limpida e fresca che leviga le rocce calcaree del fondo rendendole candide e scivolose. Lo spettacolo Ŕ sublime nella sua selvaggia bellezza ed offre sensazioni irripetibili. Altrettanto irripetibile Ŕ il fascino irradiato dal borgo-fantasma di Roscigno Vecchio, abbandonato circa un secolo fa, che ora torna ad animarsi grazie al rinnovato interesse per le radici e la cultura delle genti cilentane, le cui memorie e testimonianze sono accuratamente e gelosamente custodite nel piccolo Museo Etnografico allestito nel paese. La piazza antistante la chiesa con il Bar Roma, la fontana circolare in pietra e la presenza di Zý Dorino, unica abitante rimasta nel borgo, sembra un grande palcoscenico che attende con impazienza chi pu˛ farlo rivivere anche solo per un'ora.

Per prenotare questo itinerario, chiamare Nicola VENTRE  al 339 65 02 455 o spedire un messaggio: info@guideufficialipncvd.it

Pagina iniziale